Le email non arrivano a destinazione: perché?

Uno dei problemi più seccanti legati alla comunicazione digitale è senz’altro il mancato recapito delle email.

Del resto la posta elettronica è un sistema molto semplice e sicuro — basta scrivere un messaggio, cliccare “Invia” e in pochissimi istanti l’email viene consegnata. Giusto? Non proprio.

Ci possono essere infatti diverse ragioni per cui le cose si intoppano e le email non arrivano a destinazione, o addirittura non vengono nemmeno inviate. Qui di seguito troverete le cause più comuni, con la relativa soluzione — in modo da garantire che i vostri messaggi di posta giungano sempre nell’inbox del destinatario.

  1. Mancata connessione a internet. Succede più spesso di quanto pensiate… Verificate innanzitutto che la rete sia attiva.
  2. Errore di configurazione del server SMTP. Il caso più diffuso quando si utilizza un client di posta elettronica: i parametri SMTP sono stati inseriti in modo errato. Per saperne di più potete consultare il nostro articolo sulla configurazione del server di posta in uscita; una soluzione efficace è comunque quella di affidarsi a uno strumento professionale quale turboSMTP. C’è anche un comodo piano gratuito.
  3. Presenza di troppi destinatari. Se si usa il server SMTP di un indirizzo di posta gratuito come Gmail, Alice o Libero, generalmente non si può inviare uno stesso messaggio a più di un certo numero di destinatari. (Questo per scoraggiare la piaga dello spam). Se dunque avete necessità di spedire una newsletter o un’email multipla, dovete necessariamente optare per un servizio SMTP dedicato.
  4. Email troppo pesanti. Se un messaggio di posta è particolarmente grosso, è possibile che l’invio venga bloccato. Cercate di ridurne il più possibile il peso: siccome questo accade di frequente con allegati di grandi dimensioni — ad esempio le fotografie — potete suddividerli in più invii.

C’è tuttavia un quinto caso, forse il più elusivo: anche se l’email viene inviata, può comunque non arrivare a destinazione. Escludendo il banale caso della casella del destinatario piena (per cui vi arriva un messaggio d’avviso), è possibile che la vostra email sia stata filtrata dal server di posta in entrata. E voi non riceverete nessuna notifica al riguardo.

Questo accade molto spesso con le email di massa o multiple — cioè appunto con numerosi destinatari, come le newsletter: e il problema è di nuovo legato al proprio server SMTP.

Se infatti si tenta di aggirare il limite degli SMTP gratuiti di cui dicevamo sopra (punto 4), segmentando la propria lista di invii in parti più piccole del tetto consentito, il rischio è di incorrere comunque in simili casi di filtro. In genere, si stima che circa il 15%-20% delle email inviate in tal modo venga completamente perso.

Per evitare il problema la soluzione è di nuovo quella di affidarsi a un server SMTP professionale, che evita tutte queste restrizioni e garantisce il massimo tasso di consegna.